Doma Nunch

 
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Sarònn: Per il PD aver lasciato un bilancio "in ordine" meriterebbe un plauso!

SARONNO: PER IL PD AVER LASCIATO ALLA NUOVA AMMINISTRAZIONE UN BILANCIO IN ORDINE MERITEREBBE UN PLAUSO! MA NON DOVREBBE ESSERE SOLO LA NORMALITA'?

Ieri sedavamo nel numeroso pubblico del Consiglio Comunale di Saronno. Il PD si è vantato di aver lasciato un bilancio in ordine e trasparente dopo cinque anni di governo cittadino e usa questo dato come sintesi e prova di un’esperienza politica - a loro dire - positiva per Saronno.


Per noi, invece il fatto di aver lasciato i conti in ordine, e non aver “rubato” o sperperato, rappresenta il minimo sindacale!Forse costoro sono troppo assuefatti dalla quotidianità del malaffare politico, che un bilancio in ordine rappresenterebbe una singolarità degna di nota; ma in questo dovrebbe consistere il semplice dovere di un Amministrazione di qualsiasi colore.


Non vogliamo togliere nulla alle qualità etiche delle persone che hanno guidato Saronno prima di noi, ma vogliamo ricordare che non tutti accettano passivamente di sentirsi dire che basta “non rubare” e lasciare tutto “in ordine” per qualificare come positiva un’esperienza politica, tanto da permettergli di fare i maestrini dai banchi del Consiglio Comunale: soprattutto dopo una sonora batosta elettorale, che forse brucia ancora, e che - già in sé - boccia senza appello la passata Amministrazione (anche con i conti in ordine)!!!


E' poi interessante vedere che i conti sono stati messi in ordine togliendo fondi agli investimenti per coprire la spesa corrente. Tutto assolutamente legale! Ma è facile pontificare “benvenuti nella realtà”, quando la realtà che è stata lasciata è praticamente priva di capacità di investimento. Come è banale accusare la nuova Amministrazione di essere troppo immobile dopo (ben) 4 settimane dall’insediamento, quando non ci sono le possibilità concrete di imbastire un piano di investimenti, perché le risorse sono state usate dalla passata Amministrazione per coprire dei costi, altrimenti colmabili solo con un aumento delle tasse, manovra che il PD saronnese ha preferito evitare così da non affondare del tutto la propria immagine.


Quando in una nota il segretario del PD dice che “governare significa scegliere, decidere, assumersi delle responsabilità” e che per reperire Risorse Aggiuntive le “strade sono l’aumento delle tasse, o il taglio di costi quindi di servizi”, viene da sorridere a pensare come questa situazione sia proprio figlia loro. Se avessero avuto gli attributi di sceglieredecidereassumersi la responsabilità di fare un piano di investimenti con le risorse di cui disponevano al posto di usarle per coprire la spesa ordinaria, forse adesso non ci troveremmo in una situazione che, per quanto in ordine, non permette capacità di investimenti, oltre ad aver lasciato l’onere ai successori di reperire queste famose Risorse Aggiuntive che il PD si è divertito a rendere necessarie.


 

Domà Nunch – Sezione Sarònn

 

Rassegna Stampa

News image

17 luglio 2015

Domà Nunch "Tsipras ironizza sul dialetto? E noi proponiamo un corso" La Prealpina, 17 luglio 2015

News image

12 luglio 2015

"Pedemontana uccide i pesci" Domà Nunch non ha dubbi sulle cause della secca del Lura e della moria dei vaironi La Prealpina, 12 luglio 2015

News image

10 luglio 2015

Domà Nunch soddisfatto dell'assessore "Ha da subito dimostrato dedizione e intuito politico" La Settimana, 10 luglio 2015

News image

7 luglio 2015

Posto in giunta Domà Nunch si applaude La Prealpina, 7 luglio 2015

News image

3 maggio 2013

"Festa dei lavoratori insubri, sabato 4 maggio a Milano" Pavia 7, 3 maggio 2013

News image

25 maggio 2015

"Riprendiamoci la nostra stazione" Ieri iniziativa di Domà Nunch per la sicurezza in piazza Cadorna La Prealpina, 25 maggio 2015

JoomlaWatch 1.2.12 - Joomla Monitor and Live Stats by Matej Koval

Facebook

Google+

Youtube

Territori Insubria

Utenti collegati

We have 98 guests online

Contatore Visite



ITALY 81%ITALY
UNITED STATES 5%UNITED STATES
UNITED KINGDOM 1.2%UNITED KINGDOM
FRANCE 1.1%FRANCE
SWITZERLAND 1%SWITZERLAND

Oggi: 1
Ieri: 16
Questa settimana: 44
Scorsa settimana: 58
Questo mese: 526
Scorso mese: 608
Totale: 1870